Un giro alla Ronda della Carità

Ronda della CaritàQuest'anno non abbiamo individuato un particolare obiettivo a cui destinare gli utili della Granfondo del Pandoro, com'era successo invece nell'edizione precedente, quando avevamo aiutato Michelangelo di Erbezzo e la sua famiglia, nell'impossibile obiettivo di raccogliere tutti i fondi necessari per l'intervento chirurgico oltreoceano.

Abbiamo semplicemente messo la cassetta per le offerte libere con cui abbiamo coperto le spese sostenute per acquistare i pandori, le bevande, il tè, tovaglioli e piatti di plastica e siamo riusciti ad avanzare un sacco di cibo che è stato portato in città alla Ronda della Carità.

Non dimentichiamo però i tanti che hanno contribuito a donare tutto il resto, come il pane fresco, offerto dalla Forneria Bertagnoli, il vino della Cantina Valpantena di Marzana, i salumi e gli affettati, oltre ai tortini di Beniamino Leso.

 

Granfondo del Pandoro - una passione dei ciclisti veronesi