Meno di un mese all'edizione 2014

L'edizione 2014 vedrà il gruppo ritrovarsi in prossimità dell'unità sanitaria locale di Grezzana, a qualche centinaio di metri dall'uscita di Grezzana Centro. Il percorso sarà per buona parte off-road e richiede l'utilizzo non solo di una mountain bike in ottime condizioni, ma anche una gommatura in grado di far fronte alle possibili difficoltà oggettive date dalla presenza di fango e di salite e discese con scarsa aderenza. Non solo: la pedalata cicloturistica non si svolge su corsi ciclabili piane, ma è tutta salita e discesa, per cui è caldamente suggerita una buona preparazione aerobica, com'è consuetudine per la stragrande maggioranza dei partecipanti a questo evento.

Nonostante il nome altisonante, l'evento sporitivo non ha alcuna declinazione agonistica; rimane a partecipazione gratuita e a scopo benefico, visto che le cifre raccolte vengo devolute in beneficienza, ma la partecipazione è volontaria e la responsabilità per danni procurati e subiti a cose o persone è sempre ricondubile ai singoli. E' quasi superfluo ribadire che è obbligatorio l'uso del casco. Chiunque si presentasse senza casco, verrà invitato a tornarsene a casa.

Granfondo del Pandoro - una passione dei ciclisti veronesi